Call for paper

Numero monografico dedicato a Benedetto Croce per i settant’anni dalla scomparsa (1952-2022)

Si annuncia che il numero di febbraio 2022 sarà curato da Lorenzo Arnone Sipari e Maria Panetta, e interamente dedicato a Benedetto Croce. Coloro che desiderano partecipare possono inviare un saggio all’indirizzo mariapanetta3@gmail.com (e per conoscenza a: panetta@diacritica.it) entro il mese di dicembre 2021.

 

**********************************************************************************

Anticipazioni sul 2022

Si comunica che, per quanto concerne il 2022:

  • il numero di aprile sarà dedicato a Milan Kundera e curato da Simona Carretta e Maria Panetta;
  • quello di dicembre sarà curato da Giuseppe Girimonti Greco e Maria Panetta, e dedicato a Marcel Proust.

Seguiranno dettagli.

 

**********************************************************************************

Fascicolo monografico dedicato a Mario Tobino (25 dicembre 2021)

Nel dicembre del 2021 cadrà l’anniversario dei trent’anni dalla morte di Mario Tobino (16 gennaio 1910-11 dicembre 1991).

Al grande scrittore di Viareggio “Diacritica” intende dedicare un fascicolo monografico, che sarà curato da Maria Panetta e Giuseppe Traina e uscirà il 25 dicembre 2021.

Si accettano proposte di collaborazione per testi critici dedicati, tra l’altro, a:

  • proposte per una nuova collocazione di Tobino nel quadro della letteratura del Novecento italiano;
  • close readings di singole opere di Tobino;
  • la scrittura di Tobino nella forma del romanzo e nella forma del racconto;
  • la narrativa breve di Tobino;
  • questioni filologiche;
  • Tobino nella storia della critica;
  • approcci tematici per analisi anche trasversali dell’opera di Tobino:
    • la Seconda Guerra Mondiale;
    • la Resistenza;
    • l’esperienza psichiatrica;
    • la polemica sull’antipsichiatria;
    • il paesaggio e il territorio;
    • la figura di Dante Alighieri.

Tutti coloro che sono interessati a partecipare potranno inviare un saggio all’indirizzo mariapanetta3@gmail.com (e per conoscenza a panetta@diacritica.it): scadenza 30 settembre 2021. Non ci sono limiti di battute, ma è necessario mandare anche due abstract del saggio, uno in italiano e uno in inglese.

I saggi proposti saranno sottoposti al giudizio di referee anonimi.

 

**********************************************************************************

Fascicolo monografico dedicato a Gesualdo Bufalino (25 agosto 2021)

Il 24 novembre 2020 si è svolto online un Seminario dal titolo “Riessere, è questo il problema”. Memoria e scrittura in Gesualdo Bufalino, organizzato per celebrare i cento anni dalla nascita dello scrittore, avvenuta a Comiso il 15 novembre del 1920.

Gli Atti del Seminario usciranno su “Diacritica” il 25 agosto del 2021: chiunque volesse aggiungersi e proporre un saggio sullo stesso tema può inviarlo agli indirizzi e-mail mariapanetta3@gmail.com e (per conoscenza) panetta@diacritica.it entro il 31 maggio 2021.

I saggi – scritti in Times New Roman 14 (11 per le note e le citazioni lunghe) – dovranno essere lunghi al massimo 40.000 caratteri, spazi inclusi, e dovranno essere dotati di un abstract in inglese di almeno 3-4 righe e di uno in italiano.

Le norme redazionali cui attenersi sono scaricabili dal sito.

 

***********************************************************************************

Fascicolo monografico dedicato a Luis Sepúlveda (25 aprile 2021)

Appresa la terribile notizia della scomparsa di Luis Sepúlveda, reagiamo a questa immane perdita proponendo agli studiosi di partecipare a un numero monografico di “Diacritica” a lui dedicato, che uscirà il 25 aprile 2021 e sarà curato da Matteo Lefèvre e Maria Panetta.

Tutti coloro che sono interessati a omaggiare il grande scrittore e attivista cileno potranno inviare un saggio all’indirizzo mariapanetta3@gmail.com (e per conoscenza a panetta@diacritica.it): scadenza 15 febbraio 2021. Non ci sono limiti di battute, ma è necessario inviare anche due abstract del saggio, uno in italiano e uno in inglese.

“Diacritica” si unisce al dolore dei famigliari e di tutti i lettori che lo hanno seguito e apprezzato in questi anni.

Roma, 16 aprile 2020

***********************************************************************************

Fascicolo monografico su Federigo Tozzi (25 dicembre 2020)

Quest’anno ricorre il centenario della scomparsa di Federigo Tozzi e alle tante iniziative che si stanno mettendo in campo anche “Diacritica” vuole dare il proprio contributo.

Dedicheremo a questo autore e alle sue opere un numero speciale della rivista col quale provare a rifare il punto su Tozzi: da un lato, mettere a fuoco la situazione attuale della critica tozziana; dall’altro, contribuire (per quanto si possa nello spazio di un numero monografico) a quello che potrebbe essere l’inizio di una nuova fase dell’approccio critico a Tozzi.

Come scriveva già Gianni Celati quasi quarant’anni fa, Tozzi va liberato da alcune ipoteche: tra le altre, la rappresentazione della “fetta di vita” come retaggio verista e, per converso, la riproduzione di meccanismi patologico-scientifici assunti quasi pedissequamente da letture private. Nonostante l’interesse crescente negli anni, alcuni aspetti delle fonti indirette della sua narrativa (Poe, un certo filone americano anche della pittura etc.) risultano ancora sospette. E qualche buon lavoro dei primi anni sembra ancora rimasto in ombra.

L’occasione ci pare opportuna, dunque, per coinvolgere nel dibattito alcuni tra i suoi studiosi più qualificati e qualche brillante giovane leva della critica e/o dell’accademia.

Chi desidera proporre un contributo può inviarlo, entro il 30 novembre 2020, all’indirizzo email mariapanetta3@gmail.com (e per conoscenza a panetta@diacritica.it). Non ci sono limiti di battute, ma è necessario inviare anche due abstract del saggio, uno in italiano e uno in inglese.

Il fascicolo uscirà entro il 2020 e sarà scaricabile gratuitamente dal sito.

Vi aspettiamo, dunque!

Antonio R. Daniele e Maria Panetta

 

************************************************************************************

Volume sul Quattrocento in uscita nel 2020:

Come ha recentemente osservato Italo Pantani in un prezioso contributo sullo stato attuale degli studi quattrocenteschi,

La letteratura italiana del Quattrocento non risulta oggi attrattiva, se non per studi filologici e storico-culturali. La sua immagine fredda e libresca non corrisponde tuttavia alle reali qualità letterarie di tante sue mirabili espressioni, ma è il risultato di una tradizione critica che non ha mai saputo definitivamente reagire ai suoi negativi fondamenti. L’interesse per la letteratura di questa stagione può essere risvegliato solo da un approccio disposto a riconoscere e divulgare i pregi estetici dei suoi testi migliori; ma un tale obiettivo, per essere centrato, richiede anche il sostegno di iniziative editoriali di larga diffusione e ad esso ben funzionali: sul modello (per quanto perfettibile) di preziose e già consistenti collane straniere […].

La rivista «Diacritica», con un numero monografico dedicato alla lirica del Quattrocento, sia in lingua latina sia in volgare, si è posta l’obiettivo, sulla strada segnata da recenti iniziative filologiche come l’Atlante dei Canzonieri in volgare del Quattrocento, di dare nuova vitalità agli studi quattrocenteschi. Sono stati, quindi, benvenuti contributi critici e filologici che non puntassero l’attenzione esclusivamente sulla sistemazione filologica dei testi, ma che da questo necessario passaggio sapessero trarre elementi in grado di evidenziare i pregi estetici di tale produzione.

Il fascicolo di «Diacritica» del 25 dicembre 2019, dunque, è stato interamente dedicato alla lirica del Quattrocento ed è stato curato da Italo Pantani e Matteo Maria Quintiliani.

I saggi usciti online il 25 dicembre 2019 saranno raccolti anche in un volume monografico diffuso in formato PDF e in modalità open acces, dotato di codice ISBN.

Coloro che desiderano proporre un contributo per il volume devono inviarlo entro il 31 ottobre 2020 all’indirizzo mariapanetta3@gmail.com (e per conoscenza a panetta@diacritica.it), corredato di un abstract in inglese e di un abstract in italiano. I saggi dovranno rispettare le Norme redazionali della rivista, scaricabili dal sito www.diacritica.it.