Recensione di Chinua Achebe, “Le cose crollano”

Autore di Giulia Iacchini

Le cose crollano è il primo libro della trilogia che ha determinato il successo di Chinua Achebe, considerato tra i più grandi scrittori africani. La prima edizione, Things fall apart, fu pubblicata nel 1958, ma in Italia arrivò solo vent’anni dopo, nel 1976, intitolata Il crollo ed edita per la casa editrice Edizioni e/o. A tre anni dalla morte dello scrittore, avvenuta nel 2013, la Nave di Teseo ha deciso di riproporre una nuova traduzione della trilogia, il cui primo romanzo ha visto la luce nel 2016, con il titolo appunto di Le cose crollano.25 Continua a leggere Recensione di Chinua Achebe, “Le cose crollano”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Alessandro Celani, “Victima: discorso e forma dell’uccidere”

Autore di Francesco Rosetti

La prima figura che viene alla mente leggendo Victima di Alessandro Celani (Aguaplano Officina del libro 2016) è un autore curiosamente assente dalla trattazione dello scrittore e storico romano: si tratta di Roland Barthes, più precisamente del Barthes di Frammenti di un discorso amoroso. Il motivo è facilmente spiegabile. A margine di quel suo scritto il semiologo francese spiegò il titolo dell’opera sottolineando come un tema come l’amore, per la sua vastità e la portata archetipica nella storia delle civiltà, non fosse abbracciabile da un singolo sguardo esterno e onnicomprensivo, nonché da una forma saggistica strutturata e sistematica. Molto più produttivo sarebbe stato ricorrere alla forma del frammento, un universo di voci e testi che consentissero di indagare il tema dall’interno, in una formula stilistica già postmoderna. Ebbene, col tema dell’uccidere Alessandro Celani si muove con modalità abbastanza simili. È l’autore stesso, nella breve nota di presentazione al testo, ad affermare di aver scelto la forma dell’appunto, una forma rapsodica e magmatica in cui lo sguardo è quello del flaneur che si muove tra gli interstizi di una città perduta, di cui sarebbe impossibile restituire la totalità, e qui si può sottolineare la parentela del procedere di Celani con un altro autore convitato di pietra di Victima, vale a dire il Walter Benjamin dei Passagenwerk. Continua a leggere Recensione di Alessandro Celani, “Victima: discorso e forma dell’uccidere”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Stéphanie Hochet, “L’animal et son biographe”

Autore di Claudio Morandini

Leggere i romanzi di Stéphanie Hochet significa addentrarsi in una fitta, complessa rete di allusioni, fantasmi, ossessioni. In ogni romanzo il dosaggio si ricombina, nuovi rimandi si aggiungono, si avvertono risonanze inedite. Questo reticolato sembra infittirsi ancora di più con L’animal et son biographe, storia di una scrittrice in tournée in un sud della Francia solo apparentemente bucolico che si rivela a poco a poco colmo di sorprese e pericoli. Continua a leggere Recensione di Stéphanie Hochet, “L’animal et son biographe”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Mario Tobino, “Biondo era e bello”

Autore di Ivan Di Rosa

«Un giorno gli zampillò dal cuore […] – liberato da un dio – il primo verso, volò via come dalla crisalide una farfalla. La stanzetta, solitaria, quelle modeste pareti assistettero al vento dei pollini che poi proruppero in piante» (Cap. I): è con queste poche righe dal tono solenne che Mario Tobino, in Biondo era e bello, edito da Mondadori nel 1974, introduce al lettore la figura di Dante Alighieri. Continua a leggere Recensione di Mario Tobino, “Biondo era e bello”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Fabio Strinati, “Periodo di transizione”

Autore di Michela Zanarella

Esiste un momento nella vita in cui ci si trova in una sorta di limbo necessario per giungere a un nuovo cambiamento. Questo può succedere anche per la scrittura ed è il caso di Fabio Strinati, poeta marchigiano che ha recentemente dato alle stampe il libro Periodo di transizione in edizione bilingue italiano/rumeno per «Bibliotheca Universalis». Continua a leggere Recensione di Fabio Strinati, “Periodo di transizione”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di “Antologia di poeti contemporanei. Tradizioni e innovazione in Italia”

Autore di Claudio Morandini

L’Antologia di poeti contemporanei curata da Daniela Marcheschi per la collana «Argani» di Mursia nasce da una personale necessità di sondare la vitalità della poesia di oggi, colta nel fertile dinamismo fra tradizione e innovazione. La studiosa lucchese, che coltiva un approccio multidisciplinare allo studio della letteratura e denuncia con una certa insofferenza il conformismo dilagante nel milieu intellettuale italiano, si sente compagna di viaggio di questo mondo poetico vitale e in cerca di una possibile verità; le sue scelte alla fine dipendono dalla necessità di scrostare dalla voce poetica (e dai libri di poesia) tutto ciò che non c’entra, non aiuta, distrae, e che proviene dalla pervasività dei nuovi mezzi di informazione, dalle mode effimere, dai vezzi dell’editoria, ma anche da certe pose di parte della critica. Continua a leggere Recensione di “Antologia di poeti contemporanei. Tradizioni e innovazione in Italia”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Charles-Ferdinand Ramuz, “Ricordi di Igor Stravinskij”

Autore di Claudio Morandini

Più di una volta ho scritto dei Souvenirs sur Igor Strawinsky di Charles-Ferdinand Ramuz come di un testo per me fondamentale, un essai sull’amicizia nel suo farsi e disfarsi e il racconto di un sodalizio artistico tra i più importanti del Novecento; ho anche lamentato che nessuno l’avesse mai tradotto in italiano. Almeno su quest’ultimo punto non dirò più nulla, perché in questi ultimi tempi sono uscite ben due traduzioni, una di Massimo De Pascale per Castelvecchi (con il titolo un po’ fuorviante di Stravinskij) e una di Roberto Lana per la collana «Ricercare» delle edizioni Orthotes. Mi concentrerò su quest’ultima edizione, basata su una nitida, efficace trasposizione in italiano del francese proverbialmente ostico di Ramuz (in quest’occasione meno ispido di quello dei romanzi, va detto). Continua a leggere Recensione di Charles-Ferdinand Ramuz, “Ricordi di Igor Stravinskij”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di “Play it again, Pinocchio. Saggi per una storia delle pinocchiate”, di Luciano Curreri

Autore di Luigi Preziosi

Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino sono uscite in volume nel 1883, e da allora hanno, più o meno incisivamente a seconda del momento, improntato l’educazione letteraria di un buon numero di generazioni di ragazzi, fino ai giorni nostri. Più che rimarcare la persistenza dell’opera nel tempo, evidente tanto da rendere superfluo ogni commento, si può più fruttuosamente tentare di seguire qualche traccia un po’ meno scontata del burattino collodiano e verificare la continuità della sua presenza nella storia non solo letteraria, ma più genericamente del costume del nostro Paese dell’ultimo secolo e mezzo. Continua a leggere Recensione di “Play it again, Pinocchio. Saggi per una storia delle pinocchiate”, di Luciano Curreri

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Max Aub, “Gennaio senza nome”

Autore di Sara Coppola

Quando l’autore spagnolo Max Aub scrisse le otto storie che sono contenute all’interno del volume Gennaio senza nome, curato da Eugenio Maggi e pubblicato dall’editore Nutrimenti, forse non immaginava il tortuoso labirinto che le sue opere avrebbero dovuto percorrere prima di poter essere pubblicate e tradotte. Continua a leggere Recensione di Max Aub, “Gennaio senza nome”

• categoria: Categorie Recensioni

Recensione di Fabio Viscogliosi, “Mont Blanc”

Autore di Claudio Morandini

Apparso presso Stock nel 2011, Mont Blanc di Fabio Viscogliosi, scrittore, artista e musicista francese di origini italiane, è ora pubblicato da Valigie Rosse nella traduzione di Federico Mazzocchi. Il titolo rimanda all’evento del marzo 1999, quando l’esplosione del carico di un tir nel tunnel del Monte Bianco provocò un incendio che uccise trentanove persone, tra cui i genitori dello stesso autore. Continua a leggere Recensione di Fabio Viscogliosi, “Mont Blanc”

• categoria: Categorie Recensioni